Caccia al tartufo

Alla ricerca delle eccellenze
con il miglior amico dell'uomo

Andare alla ricerca di tartufi è una nobile arte che richiede una perfetta simbiosi tra l’esperienza dell’uomo nel trovare le piante idonee e l’infallibile fiuto del suo cane che, una volta individuato il punto esatto, inizierà a scavare freneticamente per portare alla luce il prezioso e profumato tubero.

Una procedura perfetta, scientifica che non conosce deroghe ed eccezioni: il vento, il gelo, il caldo o la pioggia non possono bloccare il “cavatore”. Quasi un rito propiziatorio che Michele Clio, cavatore da oltre venti anni, conosce bene. Per centrare l’obiettivo bisogna conoscere i posti, la natura e la storia del terreno. E poi occorrono tecnica, perseveranza e resistenza e, naturalmente, un alleato fidato, fidatissimo.

Allevare cani da tartufo è una passione nella passione che Michele porta avanti da diversi anni nella tenuta di Castelfranci, a pochi chilometri dalla sede del “Re del Bosco” a Ponteromito, frazione di Nusco. Sono sei i cani impegnati ogni giorno in battute di caccia al tartufo. Un impegno che presto condivideranno con altri amici a quattro zampe: i cuccioli stanno infatti crescendo bene e, una volta addestrati, entreranno in squadra.